Il sviluppo del gattino 1/2

This post is also available in : Inglese Francese Tedesco

Dedichiamo questo articolo agli uomini che accompagnano i gattini orfani nel loro sviluppo.

Gli apprendistati comportamentali principali si fanno durante i primi mesi di vita del gattino. Le prime settimane sono più importanti nel suo sviluppo.

In tre mesi, il peso del suo cervello quintuplo e raggiunge il peso del cervello di un gatto adulto ; il numero di connessioni nervose si moltiplica, e queste che sono stimolati saranno conservati in funzione di ciò che sperimenta il gattino mentre gli altri spariranno.

Certi periodi sono più propizi di altri agli apprendistati fondamentali, ma sono spesso corte. Il gattino apprende da osservazione (caccia per esempio) e per imitazione (fa allo stesso tempo : se sua mamma si mostra socievole con gli uomini, farà parimenti).

Le fasi di sviluppo del gattino

Le fasi di sviluppo del gattino di cui parliamo sono qui la fase prato-natale e la fase neonatale ; la fase di socializzazione e la pubertà saranno oggetto di un altro articolo.

La fase prato-natale

La gatta aspetta dei piccoli ; la gestazione dura tra 62 e 65 giorni. Il nostro gattino non è ancora nato, ma le condizioni di vita di sua mamma hanno già un’influenza su lui :

  • una gatta stressata darà spesso anche nascita ai gattini stressati
  • una gatta male nutrita darà spesso nascita ai gattini potendo avere delle disturbi dello sviluppo o del comportamento (aggressività, paura,…)

La fase neonatale


Eccolo, il gattino è nato ! Questa fase dura della nascita all’apertura degli occhi. Quando nasce, il gattino è sordo ed acceca. Le sue palpebre sono incollate, ed il canale dei suoi orecchi anche. Passa la grande parte del suo tempo a dormire, ed il poco tempo che resta a poppare. È interamente dipendente di sua madre.

Si direbbe che questo piccolo gattino non fa gran che, ma durante il suo sonno, i suoi ormoni sono iperattivi : il suo sistema nervoso ed il suo sistema sensoriale subiscono dei grande sconvolgimenti, tutto il suo corpo è in continua evoluzione. È estremamente importante di non svegliarlo dunque mentre dorme, perché il sonno è essenziale alla sua buona crescita.
newborn kittens are blind and deaf
Il giovane gattino è capace di strisciare e di orientarsi verso una sorgente di caldo, ma non arrivare ancora a regolare la sua temperatura corporale. I riflessi di suzione e di seppellimento sono istintivi : il gattino poppa appena ha qualche cosa nella bocca, ed appena la sua testa incontra un ostacolo, lo spinge. Stimola la produzione di latte appoggiandosi dunque così sul ventre di sua mamma. Ed egli sceglie la sua mammella preferita ! Il gattino non può fare ancora spontaneamente i suoi bisogni : sua mamma deve egli leccare la regione perineale dopo ogni pasto per stimolare la minzione o la defecazione.

La gatta si affeziona ai suoi piccoli subito, ed i piccoli si attaccano a loro madre dopo alcuni giorni. Questo legame privilegiato ed esclusivo è rassicurante : favorisce l’esplorazione del loro ambiente naturale per i gattini mentre la dipendenza indotta da questo stesso legame di attaccamento li impedisce di allontanarsi troppo. Appena un gattino è troppo lontano di sua madre, mostra dei segni di stress e di male-essere. La mamma gatta presente anche dei segni di inquietudine e fa tutto per riportarlo al nido. Si placa solamente quando è sicura che tutti i suoi bambini sono presenti. Fatta eccezione per le gatte sorde, ogni gatta risponderà alle grida di sconforto di un gattino.
don't disturb sleeping kittens
Gli occhi del gattino si aprono tra il 2o ed il 16o giorno. Sente fin dal 5o giorno, ma i suoi orecchi si aprono solamente tra il 10o ed i 15o giorno. Lo vedremo cominciare a sedersi verso 12 giorni, camminare verso 17 giorni, e grattarsi l’orecchio con la zampa posteriore verso 21 giorni.

Come va il gattino continuare ad evolversi ? Quali apprendistati deve ancora fare ?
Vi diremo tutto nel nostro prossimo articolo !

what do I still learn ?Pixie, aprile 2014

Fonti :
Philippe Bocion «Le développement du comportement du chat» (corso)
Valérie Dramard «Le comportement du chat» (libro)
Grazie alla nostra amica Alexandra per le foto dei gattini nato nella notte dal 30 al 31 marzo 2017.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.